Insieme per un’Europa capace di ridurre le disuguaglianze e far crescere democrazia e coesione

Solo chi ama l’Europa potrà salvarla: ma per fare questo è necessario fare chiarezza.
L’ Europa non è un concetto geografico, ma rappresenta per Insieme valori come democrazia, solidarietà, apertura, tolleranza, eguaglianza, rispetto dello stato di diritto. Eppure questi valori, garanti della pace in un continente dalla storia sanguinosa, sono messi a dura prova dall’incapacità di trovare soluzioni reali ai problemi delle persone: questo è uno stimolo potente per il populismo autoritario, nazionalista e xenofobo che sta rialzando la testa.

Insieme propone come prime misure urgenti

  • un piano di investimenti con una possibile interazione tra pubblico e privato inclusi fondi pensione e assicurazioni per il rilancio dell’Europa sociale nel rispetto del “principio di sussidiarietà” l’attuazione di tutte le direttive non ancora recepite. L’Italia non ha fatto sempre il suo dovere per rendere l’Unione una presenza reale nella vita degli italiani. Molte, troppe sono le direttive europee non applicate e troppe le procedure di infrazione a nostro carico
  • la promozione dell’elezione diretta a suffragio universale del Presidente della Commissione europea
  • l’impegno a promuovere la trasformazione del Fondo salva stati in un Fondo Monetario Europeo
  • l’impegno a richiamare con fermezza l’Unione europea e la comunità internazionale ad una azione più efficace per la stabilizzazione del governo libico, nonché per appropriate forme di cooperazione allo sviluppo dei paesi africani;
  • la creazione delle condizioni per un più rapido svolgimento delle pratiche di identificazione degli immigrati e per la valutazione delle richieste d’asilo
  • investimenti, anche eventualmente attraverso il Servizio civile, nell’integrazione culturale dei migranti
  • l’impegno per un maggiore coordinamento dell’intelligence a livello europeo
  • la rivisitazione dell’accordo di Dublino